.
Annunci online

 
Mia 
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Ms Lewis
APE-4pets
  cerca


 

Diario |
 
Diario
121546visite.

31 maggio 2006

ARIMO!

Mizzica uè. Uscire di scena non è mai stato il mio forte.
Dai. Facciamo così.
Giochiamo ad un gioco in cui io vinco di sicuro? Si dai.

Vabbuò. Vi regalo un sacchetto di rotelle Haribo e anche una roba di paura. Tipo questa.

(Guardateli bene, perdio. Non possono non fare paura! No dico, tipo che un giorno vai a fare benzina e mentre sei li tutto concentrato che cerchi i soldi nella borsa, senza alzare lo sguardo, dici al signor benzinaio: " Dieci euro grazie", poi alzi la testa e fuori dal finestrino al posto del signor benzinaio ti vedi uno dei Banana Splits? Minchia. Roba da morire, seduta stante. Mica no).

E allora gnente.
Buona vita. Ciao. Nè.
Siete pronti? Mo inizia il gioco.





permalink | inviato da il 31/5/2006 alle 1:10 | Versione per la stampa

10 maggio 2006

SONO GOLOSA DI LAVORO ( E DI FATTO )



In fondo devo ammettere che lavorare...



...a volte...



...è un vero piacere. Godereccio altrochesì.


Quando sai di avere un collega così. E lo guardi, mentre parla impegnatissimo e vedi che in mano ha una pistola ad acqua, sporca di panna montata ormai secca e ti viene in mente del perchè è sporca di panna, ormai secca...Ecco, ti fai una sana, risata grassa.



Quando la collega, ti dice:"Ho un regalo per te" e apre un tovagliolo ripieno di infinita dolcezza...ecco.
Ti fai un'altra bella grassa risata.
Epperò, è talmente un piacere lavorare che magari domani mi prendo un giorno di ferie eh.
E, già che ci sono, ne approfitto per mettermi a dieta.Nè.
(...E ho capito solo ora perchè in agosto dimagrisco come un'acciuga.
Altro che "fa caldo e si mangia meno". La vera verità è che non lavoro e mangio meno porcate.)

Si, lo so. E' un porco lavoro, ma qualcuno dovrà pur farlo.

"I più grandi piaceri della vita o sono illegali, o sono immorali o fanno ingrassare".




permalink | inviato da il 10/5/2006 alle 2:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (71) | Versione per la stampa

8 maggio 2006

CONFETTI PULP, TRICK E TRACK E BOMBE-NIERE

Mister Mia oggi si alza presto e mi chiede se sono proprio sicura di non voler andare alla Comunione di una finta cuginetta. Io gli dico si. Si che son sicura che non ho voglia (che, la comunione della figlia della cugina, non s'affronta. Dai). Mi rimetto a dormire. Alle 13 e trenta mi sveglio e trovo un sms del mister Mia. Dice:"Non vuoi venire neanche a pranzo?". Gli dico no. No che non vado. Sia perchè son passate 2 ore da quando me l'ha spedito, sia perchè dai, pare brutto arrivare a pranzo a scrocco, sia perchè oggi avevo gia deciso di prendere il sole e darmi lo smalto e lavarmi i capelli e depilarmi e dedicarmi dolcessissimamente al nulla assoluto. Alle 15 mi dice se voglio passare verso le 18.00. Così, per fare un salutino. Nel frattempo, sento al telefono un' amica, a cui racconto la cosa. La vedo sbiancare (al telefono, appunto) e mi sento dire:"Comunque, Valeria lasciatelo dire, sei scandalosa". Mia madre mi chiama, subito dopo e mi chiede:"Siete alla Comunione?"
Io:"No...beh, lui è andato...ma io...emmm...non stavo molto bene...e...ecco...ma forse dopo vado. Forse."
Lei:"Ecco si. Forse è meglio che tu vada eh".

Beh. Alla fine, sono andata.
"Vuoi la torta?"
"No. Grazie"
"Ecco la torta per Valeria!"

"Vuoi da bere?"
"No. Grazie"
"Eccoti un bicchiere di spumante!"

"Vuoi sederti?"
"Ma no, sto anche in piedi...tanto...non credo staremo qui molto"
"Ecco la sedia per Valeria!".


E poi, arriviamo al meglio, partono i pettegolezzi di famiglia. Pettegolezzi a cui preferisco non partecipare.(strano ma vero). Mi sento un pò nerviosaaaaaaaa. Sorrido di un sorriso finto. Inespressivo. Tipo paralisi, che si muovono solo gli occhi.
Mentre tutti discutono concitati e pulp-pitanti, guardo la bimba nel suo vestito immacolato. Sono le 18.00 e non si è ancora macchiata di cioccolato o di terra o di sugo. Niente. Inquietante. Sembra una bambolina ricoperta di tulle. E' dolce. E' candida. E’ porcellana.
Le faccio segno di avvicinarsi e di sedersi sulle mie ginocchia. Le dico:"Principessa. Sei bellissima, lo sai?"
Poi mi avvicino al suo orecchio e le sussurro: "Il mio vestito della Prima Comunione…era molto, ma moooolto più bello del tuo".

Poi, hanno iniziato a sparare...e io, non ci ho capito più nulla.

(Killing me softly. Vorrei morire sorridendo, strozzata da un' Ostia di marzapane o da un confetto assassino. Rosa e alla mandorla, of course).




permalink | inviato da il 8/5/2006 alle 0:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

22 aprile 2006

Chi c'è c'è e chi non c'è non c'è, chi è stato è stato e chi è stato non è...

Uè. Non sarete mica andati tutti al mare, mentre io son reclusa in casa come una povera disperata, vero?
Oddio. Con chi sto parlando?
Il blog è veramente una strana questione. Pensi sempre di parlare a qualcuno e ti aspetti che qualcuno parli con te.
Parlare. Mi sentite? No. Appunto.
In realtà sei solo, che te la ridi, davanti ad un computer in rete. E nella rete, accadono cose. Si dicono cose. Si fingono cose. Si disegnano cose. Si raccontano cose. Si giocano cose.
Diffido sempre di chi si prende troppo sul serio. Diffido, di crede a tuttecose.

E ora, se volete gradire, vi ho portato delle mele rosse.


"La ragione è nel torto, conscia l'ingenuità". Fuochi nella notte, CSI.




permalink | inviato da il 22/4/2006 alle 11:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (46) | Versione per la stampa

20 aprile 2006

Di paciughi, di sughi e di scarpette, viole e violini e di altri segreti.

Osservo le mie gentili scarpette, fare combriccola con le Primule Allegre.

Si raccontano di baci al Fragolino di bosco, di Margherite con un petalo per la testa, di More bisbetiche domate e di inquiete Viole suonate.
Di lucciole che civettano con i Lamponi che illuminano i sentieri, quando cala la notte. Dell' Uva Spina che si punse un dito, accarenzando l'Agrifoglio e di come la bella, poi, si addormentò nel bosco.

Di Ranuncoli che gracchiano nello stagno mentre sgranocchiano Amarene caramellate e di ambigue Orchi-dee che divorano gli amanti dopo notti di Passion Fruit, mentre la iena Ribes sta a guardare, seduta sul ramo di un ciliegio in fiore (di pesco).
Osservo oltresì la smorfiosa che si intorcinia su Mister Tulipano.Chissà cosa le ha detto? "Parlano d'amore i tulli tulli tulli tulipan".

Le mie scarpette raccolgono i segreti dai fiori. Di notte, ci mettiamo sedute sul pavimento e, mentre sorseggiamo Ambrosia, le signorine, mi regalano l'arcano. Poi, si addormentano e io mi metto al lavoro: a quei segreti ci aggiungo un zic dei miei, trituro, mischio, impasto e ne traggo miele e marmellate.Ben conservate.
Ogni tanto, mi capita di aprire quei vasetti e di infilarci dentro un dito.Come in una piaga.

Quanto sono deliziosi alcuni, però.




permalink | inviato da il 20/4/2006 alle 20:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (43) | Versione per la stampa

19 aprile 2006

E' che da quando sono andata a sbattere...

...mi son venuti i Dispetti Ottici.

Scusate l’impatto. Non lo faccio più. Giuro.




permalink | inviato da il 19/4/2006 alle 23:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

18 aprile 2006

PIRIBIRIBIRIBIRIBIRIBIRIBI'

PEM! Poppante, torna dalla mamma! ARI-PEM! Hey, che macho!
E allora no?!? Che culo. Non ci credo nemmanco io: nell'uovo di Pasqua ho vinto un Punchball! Sono commossa.


Mo lo metto in giardino, così in estate, mentre prendo il sole, ogni volta che mi sento un pò così, mi alzo e tiro un pò di pugni và. Erano anni che cercavo un luogo da dedicare all' espressione della rabbia e dell' aggressività. Si perchè, quando la senti dentro che sta arrivando e che monta come la maionese impazzita o la panna acida o un toro bramoso, spesso, ti rendi conto che non  esistono né i luoghi né i momenti né le modalità giuste per dare spazio all’espressione di un' emozione "scomoda", come la rabbia. Mai.
E allora, ognuno fa da sé. Alcuni tengon dentro e tentano di soffocare e poi gli viene il mal di stomaco, di fegato, la ieia sulla pelle, gli occhi iniettati di sangue, ‘chè le emozioni, da qualche parte, dovranno pure uscire. No?
Altri invece, se la prendono con altri che poi se la prenderanno con altri.
 
Ecco. Io, oggi, son felice di essere una tipa da baracconi.
L' importante, a volte, è individuare un posto. Un modo. Un perchè. Partendo da dentro.(Senza rompere troppo 'o cazz al resto del mondo. Logico).

Ps. Si capisce vero, che me la sto raccontando e ve la sto raccontando di brutto e che son tutte baggianate a cui non credo mancopenniente, quelle che trovate scritte in questo post. Vero?
Dai, scusate ma,  è ovvio che mica lo posso mettere in giardino il Punchball.
In salotto si però.




permalink | inviato da il 18/4/2006 alle 19:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

16 aprile 2006

LA VITA E' UN UOVO DI PASQUA

L' altro giorno, vado a trovare i miei.
Mia mamma: "Vale, questo è per te".


Io: ...
Mamma Mia: "Non ti piace. Nè?"
Io: ...
Mamma Mia: "Preferivi l'uovo. Nè?"
Io: "Mamma!Nel caso non te ne fossi accorta, io son diventata grande".
Mamma Mia: "Ma se alla Befana ci hai tenuto il muso per due settimane perchè non ti abbiamo regalato la calza".
Io:"Non è vero".
 
(Invece, ovviamente, è vero).
 
Piccola postilla: Visto che questo è un blog veramente troppo aggiornato, nel caso questo post dovesse rimanere qui, da oggi fino a Natale, non fateci caso, anzi, se ho fatto trenta farò pure trentuno e dopo il trentuno arriva la Befana e il cerchio...si chiude. Come sempre. Ecco.
 
Altra piccola postilla: e comunque la vita è un uovo di Pasqua. Ieri io e Mister Mia abbiamo fatto un incidente. Oggi, ho un collarino che...manco li cani e ho questo aspetto qui. Auguri eh!




permalink | inviato da il 16/4/2006 alle 11:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile